Archivio degli autori

Giardini di Palazzo Orléans, dal primo ottobre nuovi orari di apertura

Da oggi, venerdì 1 ottobre, cambiano gli orari di apertura dei Giardini di Palazzo Orléans. Il parco sarà aperto ai visitatori dal martedì al sabato dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 18; la domenica dalle ore 10 alle ore 13. Confermato il giorno di chiusura il lunedì.
Dalla riapertura, il 5 agosto, sono oltre 55 mila le persone che in due mesi hanno visitato i tre ettari e mezzo dei giardini. Al loro interno, un percorso “a tappe” permette di osservare un vasto patrimonio naturalistico di specie animali e vegetali.
Gli storici giardini sono stati riaperti dal governo Musumeci dopo anni di chiusura dovuti a un lungo contenzioso. Sono stati resi più accoglienti da una serie di interventi di riqualificazione e sono tornati ad essere un punto di riferimento per famiglie e turisti nella città di Palermo.

web-sb-01

Giardini Orléans, Musumeci accoglie bambini dei quartieri Roccella e Sperone di Palermo

Il presidente della Regione Nello Musumeci ha accolto nei Giardini del Palazzo Orléans un centinaio di bambini e ragazzi dei quartieri Roccella e Sperone di Palermo partecipanti alle attività estive organizzate dalla Parrocchia Maria Santissima delle Grazie. Il gruppo, accompagnato dal parroco don Ugo Di Marzo, ha visitato il Parco e al termine si è soffermato con il presidente Musumeci che ha consegnato loro una medaglia-ricordo raffigurante il simbolo della Sicilia, la Trinacria.

web-sb-01

Giardini di Palazzo Orléans: oltre 30 mila visitatori in un mese

È tempo di bilanci ad un mese esatto dalla riapertura, a Palermo, dei Giardini di Palazzo Orléans, sede della presidenza della Regione. Dopo anni di chiusura per un lungo contenzioso, il governo Musumeci ha voluto riaprire i cancelli degli storici giardini, resi ora più accoglienti da una serie di interventi di riqualificazione. Le presenze giornaliere sono cresciute nel corso delle settimane e, nella seconda metà di agosto, sono raddoppiate raggiungendo una media di oltre mille persone al giorno.

Dal 5 agosto sono state, infatti, circa 32 mila le persone, incluse molte famiglie con bambini e numerosi turisti, che hanno scelto di visitare i tre ettari e mezzo dei giardini che, attraverso un percorso “a tappe”, permettono di osservare un vasto patrimonio naturalistico di specie animali e vegetali.

I Giardini di Palazzo Orléans sono aperti dal martedì al sabato dalle 10 alle 13 (ultimo ingresso alle 12.30) e dalle 17 alle 19 (accesso consentito fino alle 18.30). La domenica e nei giorni festivi l’apertura è solo di mattina, mentre il lunedì è il giorno di chiusura. Maggiori dettagli e informazioni sono disponibili sul sito ufficiale.

web-sb-01

Nei riaperti Giardini della Presidenza oltre tremila visitatori in quattro giorni

Sono quasi quattromila le persone che da giovedi 5 agosto hanno fatto il loro ingresso nei Giardini del Palazzo Orleans a Palermo. Cittadini e turisti, ma soprattutto famiglie con bambini e giovani, hanno visitato il Parco, annesso alla sede della Presidenza della Regione, in piazza Indipendenza, che il governo Musumeci è riuscito a riaprire dopo una chiusura forzata di quattro anni.

«Abbiamo restituito – sottolinea soddisfatto il governatore – un patrimonio unico di flora e fauna ai cittadini, che tornano a fruirlo e a farlo conoscere ai più giovani».

Circa tre ettari e mezzo di giardini, parte dell’immenso parco ottocentesco, con un vasto patrimonio faunistico e vegetale, tra cui diversi ficus macrophylla, e diverse specie faunistiche, con 350 esemplari di 70 specie animali diverse, oltre a pesci e tartarughe.

Porte aperte anche nel fine settimana. L’ingresso libero è garantito dal martedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 19, mentre la domenica dalle 10 alle 13. L’ingresso ai minori di 14 anni è consentito solo se accompagnati dal genitore, da un parente o da altro soggetto autorizzato maggiorenne.

web-sb-01

Palermo, riaperti dopo quattro anni i Giardini del Palazzo Orléans

Sono stati riaperti al pubblico stamane a Palermo i Giardini del Palazzo Orleans, annessi alla sede del governo regionale. Erano chiusi
da quattro anni, perché non conformi alla normativa vigente. A scoprire la targa del nuovo ingresso da Piazza Indipendenza il presidente della Regione Nello Musumeci. Presenti anche gli assessori all’Agricoltura, Toni Scilla e all’Energia Daniela Baglieri.
Ad accompagnare Musumeci, durante la visita nel Parco, il segretario generale della Presidenza della Regione Maria Mattarella, il presidente e il direttore dell’Istituto sperimentale zootecnico della Sicilia Giovanni Siino e Antonio Console e il docente dell’università di Palermo e consulente tecnico Mario Lo Valvo.

Nel suo intervento Musumeci ha evidenziato come la struttura era stata chiusa a seguito di numerose irregolarità in tema di detenzione di specie animali. Nel corso dei questi anni, oltre ad adeguarsi alle prescrizioni richieste, il governo Musumeci ha provveduto a effettuare una prima tranche di lavori di riqualificazione dei Giardini zoologico e botanico, con un nuovo ingresso e con un’area di attesa per i visitatori. Creato anche un sito internet dedicato:
igiardinidelpalazzoorleans.it

«Oggi finalmente – ha detto il presidente della Regione – restituiamo a Palermo, a cittadini e turisti questo straordinario angolo di flora e fauna. Ai Giardini sono legati i ricordi di intere generazioni e speriamo che questo polmone verde possa tornare a essere quello che è stato nel passato».

web-sb-01

“Fiocco rosa”, nato in cattività un fenicottero

E’ proprio il caso di dire “fiocco rosa”nei giardini di Palazzo Orleans. Oggi, infatti, durante il giro di controllo, il personale addetto alla cura degli animali presenti all’interno delle strutture del Parco ha potuto assistere alla nascita del primo pulcino di fenicottero rosa (phoenicopterus roseus). Un evento che, in stato di cattività, viene definito straordinario per questa specie di trampoliere.   I fenicotteri sono presenti da alcuni anni all’interno del Parco e fanno parte di un piccolo nucleo composto da una decina di esemplari appartenenti alla “Collezione ornitologica Lauricella”.   Antonio Console, da alcuni anni responsabile del giardino zoologico della Regione, ricorda che “questa nuova riproduzione si aggiunge a quelle avvenute negli ultimi tempi per altre specie considerate minacciate o in via di estinzione, come il capovaccaio”.   Tutte queste nascite, con il supporto scientifico del laboratorio di Zoologia applicata dell’Università degli studi di Palermo, rientrano tra le finalità e i programmi di conservazione portati avanti dal Parco.   “E’ la conferma – sottolinea il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci – della grande attenzione e dell’amorevole cura che stiamo riservando al Parco Orleans, affidato a un team di professionisti di alto livello che si occupa giornalmente della flora e della fauna e che sta ricreando tra i giardini quell’ecosistema ideale per la vita e lo sviluppo di tutte le specie che vi si trovano. Un assiduo lavoro di ingegneria ecologica che, dopo anni di imperdonabile abbandono, ci consentirà presto di riconsegnare alla cittadinanza un’area verde meravigliosa, suggestiva, ricca di attrazioni e di tutti i comfort necessari per accogliere al meglio i visitatori”.   Il fenicottero rosa, anche se presente in alcune aree umide della Sicilia, allo stato selvatico ha cominciato a riprodursi sull’Isola dal 2015 e solamente presso la Riserva naturale Saline di Priolo, dove è presente una popolazione stimata in alcune centinaia di coppie.

web-sb-01